aooi-logo

Associazione Otorinolaringologi
Ospedalieri Italiani

Codice Etico

I.

Premessa

Il presente Codice Etico si rivolge a tutti i soci ordinari ed ai membri associati.

• Il Codice Etico definisce i principi generali e le norme di condotta ad essi ispirate. L’AOOI lo propone ai suoi membri come linea guida da seguire nell’espletamento delle attività societarie, nello svolgimento della professione, nelle relazioni tra colleghi e con tutti i soggetti coinvolti nelle attività dell’Associazione.

• L’AOOI, ai sensi del proprio Statuto si propone di:
– contribuire allo sviluppo scientifico dell’Otorinolaringoiatria;
– incrementare la conoscenza e l’applicazione pratica delle acquisizioni scientifiche e tecniche del ramo;
– favorire lo sviluppo dell’assistenza specialistica;
– valorizzare e tutelare la professionalità dei propri associati;
– promuovere la formazione permanente degli Otorinolaringoiatri.

• L’AOOI opera senza fini di lucro e ogni attività è da considerarsi libera da qualsiasi influenza politica. Al fine del perseguimento degli obiettivi societari e al fine di consolidare ed elevare il prestigio nonché l’affidabilità e il successo della stessa, ha avvertito la necessità di dotarsi di un Codice Etico proprio.

• L’AOOI è fermamente convinta che principi quali integrità morale, onestà, correttezza, trasparenza, e responsabilità, siano da considerarsi linee guida fondamentali da seguire nell’espletamento delle attività dell’Associazione e rappresentino requisito imprescindibile per l’adesione degli individui all’AOOI.

• L’AOOI intende promuovere il corretto profilo dell’Otorinolaringoiatra attraverso la costruzione e la valorizzazione di una comunità di professionisti che condividano la stessa visione di tipo deontologico, scientifico e professionale in un settore del Sistema Sanitario Nazionale di fondamentale importanza per la salute della comunità.

II.

Principi Generali

• Il comportamento dei Soci deve essere ispirato ai principi generali di legalità, onestà, lealtà, trasparenza e correttezza sopra esposti.

I Soci si impegnano ad evitare attività e/o condotte che siano in contrasto o interferiscano con gli obiettivi dell’Associazione, e al rispetto dei suddetti principi generali.

• I Soci devono impegnarsi a difendere la dignità e l’onore della professione e agire in modo da non arrecare danno al prestigio e al buon nome dell’Associazione.

• Il Socio deve evitare di intraprendere qualsiasi attività che possa generare conflitto con gli interessi dell’Associazione specie se finalizzati ad acquisire vantaggi in modo diretto o indiretto, a proprio beneficio o di terzi.

III.

Legalità

• Il Socio si impegna a promuovere il rispetto della legge e delle normative vigenti, del presente Codice Etico, del Codice Deontologico così come pubblicato dalla Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, dello Statuto e del Regolamento dell’AOOI e dello Statuto e Regolamento della SIO, rifiutando qualsiasi condizionamento esterno, sia nell’ambito dell’esercizio della propria professione, nonché nello svolgimento delle proprie attività associative.

IV.

Lealtà e correttezza

• L’attività di ciascun membro deve essere improntata alla massima serietà e senso di responsabilità, sia nelle relazioni interne che esterne all’Associazione.

• La lealtà e il rispetto reciproco devono essere alla base dei rapporti con i colleghi e gli altri operatori sanitari e sociali, al fine di stabilire un regime di collaborazione costruttiva ed evitare condotte che inducano alla concorrenza sleale.

• I Soci devono altresì condividere le proprie esperienze e i progressi in campo medico al fine di instaurare un clima di cordiale intesa necessaria per il perseguimento dei fini associativi.

• Nell’ambito delle prestazioni medico-legali, il medico è tenuto a seguire i principi di onestà, correttezza, prudenza e oggettività; l’AOOI condanna qualsiasi forma di consulenza scorretta a danno di altri soci, tale condotta viene sottoposta al giudizio degli organi societari preposti ad a quella dei Probiviri e sanzionata legalmente.

• Il Socio è tenuto a mantenere il segreto professionale nell’ambito del rapporto con il paziente, inteso come obbligo etico e legale, purchè non sia d’intralcio alla legge o dannoso per il benessere del singolo o della comunità.

• Il Socio deve adoperarsi affinchè venga garantita la tutela della dignità di ciascun individuo coinvolto direttamente o indirettamente nelle attività dell’Associazione. Pertanto è considerato inammissibile qualsiasi atto discriminatorio sulla base di etnia, nazionalità, sesso, orientamento sessuale, condizione psico-fisica nonchè opinione politica.

V.

Trasparenza e imparzialità

• Nell’ambito dell’espletamento dell’attività associativa e di tutte le relazioni interne ed esterne all’AOOI, il Socio deve garantire la massima trasparenza, preoccupandosi di fornire informazioni tempestive, complete, corrette ed uniformi.

• Il membro AOOI, in conformità dell’obiettivo associativo di contribuire allo sviluppo scientifico dell’Otorinolaringoiatria, deve sentire il dovere di aggiornare e perfezionare le proprie conoscenze e condividerle con il resto della comunità scientifica. Deve altresì garantire l’indipendenza dei propri studi al fine di fornire un’informazione oggettiva e disinteressata.

• Il Socio deve evitare di divulgare notizie su avanzamenti della ricerca e innovazioni che non siano state ancora validate dal punto di vista scientifico.

• Le attività che richiedono un coinvolgimento di soggetti terzi all’Associazione, in particolare ditte sponsorizzatrici, collaboratorI, organizzazioni commerciali, istituzioni devono rispettare i criteri di opportunità, efficienza e trasparenza.

• In materia di pubblicità sanitaria, il Socio si impegna ad agire in conformità della Legge n.175/92 e successive modifiche (42/99 e 362/99) nonchè della Circolare n°120 della FNOMCeO del 10/11/99, al fine di tutelare il diritto del cittadino ad una libera e consapevole scelta del medico curante e di preservare il corretto rapporto tra i colleghi nel rispetto del decoro professionale.

• Nell’ambito della pubblicità sul web e, nel caso particolare dell’apertura di siti internet, il Socio interessato è tenuto a darne comunicazione al Consiglio Direttivo indicandone indirizzo e contenuti.

• Si ritiene inoltre opportuna la richiesta di un nulla-osta preventivo rilasciato dal Consiglio Direttivo (e se del caso da parte del Collegio dei Probiviri) e in ogni caso il Consiglio Direttivo si riserva la facoltà di svolgere controlli per verificare il contenuto dei messaggi diffusi in rete.

• Non è ammessa alcuna forma di pubblicità comparativa e promozionale.

VI.

Autorità di controllo

• Il Consiglio Direttivo si impegna a divulgare il Codice Etico tra gli Associati e a vigilare sull’applicazione ed il rispetto dello stesso.

• In caso di violazione del Codice Etico, il Consiglio Direttivo è tenuto ad informare il Collegio dei Probiviri al quale, ai sensi dello Statuto AOOI, spetta l’esame del caso e l’eventuale sanzione.

A cura di Marco Radici e Giuseppe Panetti